‹ Itinerari turistici

Guida di Scicli

Posizione

Scicli è una cittadina in provincia di Ragusa e confina direttamente con Modica e Ragusa.Il clima è mediterraneo pertanto mite e soleggiato per gran parte dell’anno. Dista dall’aeroporto di Catania 134 km (1h e 40 minuti) e dall’aeroporto di Comiso 49 km (45 minuti)

Distanze dai principali centri di interesse turistico entro 30 km:

  • Donna Lucata – 8 km (11 minuti)
  • Marina di Ragusa – 16 km (21 minuti)
  • Marina di Modica – 16 km (17 minuti)
  • Pozzallo – 19 km (21 minuti)
  • Ragusa – 27 km (30 minuti)
  • Case Vacanza Resort – 27 km (27 minuti)
  • Ispica – 28 km (26 minuti)

Chiudi

Cenni storici

Cenni storici

Siclis è il nome utilizzato anticamente per indicare questa città. Scicli è un comune della Provincia Di Ragusa di circa 27.000 abitanti ed  è situato a pochi chilometri dal mare all'interno di tre strette valli denominate la valle di Modica, di Santa Maria La Nova e di San Bartolomeo.

Nel 2002 il centro storico è stato inserito nel Patrimonio dell’Unesco. La parte storica della città risale per lo più al Settecento, quando Scicli fu ricostruita in seguito al terremoto del 1693 che colpì gran parte della regione siciliana.

Chiudi

Economia locale

L'economia si basa essenzialmente sull'agricoltura intensiva ed e' proprio a Scicli che è stata costruita la prima serra per la produzione dei primaticci  (frutta ed ortaggi che maturano prima della stagione). Oltre ai primaticci e alla serricoltura, particolare importanza riveste anche la produzione di agrumi, olio, carrube, vino e fiori.

Cosa vedere

Cosa vedere

Scicli è una città con palazzi storici che vale la pena di visitare:Palazzo Spadaro, Palazzo Beneventano, Palazzo Fava. Palazzo Spadaro fu il primo ad essere ricostruito dopo il terremoto ed e' l'unico palazzo nobiliare visitabile in città. Il palazzo di città, ovvero l'attuale Municipio è stato invece costruito ai primi del Novecento.

 Le chiese

L’edificio ecclesiastico piu’ antico della città, probabilmente esistito già ai tempi del Medioevo, è la Chiesa di San Matteo situato appunto sul colle San Matteo, l’unica chiesa che ha resistito al terremoto del 1693. Consigliata la passeggiata panoramica fino alla suddetta chiesa.

Altre Chiese di interesse sono :

  • Chiesa di San Guglielmo
  • Chiesa di San Giovanni Evangelista
  • Chiesa di San Giuseppe
  • Chiesa di San Bartolomeo Apostolo
  • Chiesa di San Michele
  • Chiesa di Maria Santissima della Consolazione
  • Chiesa di Santa Maria La Nova

I punti di interesse

Il centro storico di Scicli rappresenta sicuramente il punto di interesse principale da visitare una volta giunti in questa cittadina. Via Francesco Mormino Penna è la via principale del centro storico di Scicli, e risulta pieno di palazzi nobiliari settecenteschi. Un altro punto di interesse sono le Grotte di Chiafura che si trovano nel lato sud-occidentale del costone di San Matteo.  Queste grotte vennero utilizzate come case fino alla metà del novecento. Adiacente le grotte si trova il Museo della Pietra dove sono presenti reperti e fotografie di un tempo.

Scicli (Sicilia) 2010 045

Da non perdere infine la visita all’azienda Gli Aromi dove si producono e commercializzano oltre 200 diverse varietà di piante appartenenti a diverse famiglie sia della costa sud est siciliana e sia da diverse parti del mondo come le salvie da ornamento dai colori e portamenti unici. L’azienda organizza dei tour sensoriali molto apprezzati dai turisti locali e stranieri.

Chiudi

Cosa fare la sera

Scicli e' da visitare soprattutto dopo il tramonto. E' infatti vivamente consigliata una passeggiata serale in questa splendida cittadina incastonata nella roccia. A Scicli la maggior parte dei locali si trovano nel centro storico. Nelle pittoresche vie barocche e' possibile trovare enoteche dove bere dell'ottimo vino o cenare nei ristoranti con cucina tipica locale. Si consiglia infine la passeggiata serale panoramica fino alla Chiesa di San Matteo dove e' possibile ammirare Scicli dal belvedere.

Feste religiose

Il giorno precedente il 19 marzo (o quello successivo) dalla Chiesa di San Giuseppe parte la cosiddetta Calvacata di San Giuseppe, una suggestiva processione di cavalli e cavalieri per le vie della città di Scicli. Figuranti ed attori rappresentano San Giuseppe e la Vergine Maria guidano il corteo che passa nei vari quartieri di città che in loro onore organizzano dei falò ovvero dei fuochi detti Pagghiari.

Il 19 marzo la stessa processione si unisce a quella religiosa di San Giuseppe. La rappresentazione intende ricordare la Fuga in Egitto di Giuseppe e Maria, dopo l’editto di Erode. La sera del sabato della Cavalcata nel sagrato della chiesa di San Giuseppe si svolge una Cena in cui vengono venduti prodotti tipici per raccogliere offerte per la parrocchia. Alla fine della cena vengono premiati i migliori manti infiorati creati dai fedeli che hanno partecipato alla rappresentazione.

Chiudi

Prodotti tipici gastronomici

Prodotti tipici gastronomici

Scicli ha come prodotto gastronomico tipico la scaccia anche se l'origine di questa focaccia e' contesa fra Ragusa e Modica. Come appena detto, si tratta di una focaccia ripiena preparata con uno strato di pasta rettangolare molto sottile che viene piegato su se stesso più volte ed e' farcito in modi diversi.

Le varianti più comuni sono quelle con melanzana e pomodoro, ricotta e cipolla, cipolla e pomodoro, ricotta e salsiccia.  Per gustare le vere scacce, si consiglia di acquistarle nelle panetterie dove consigliamo di provare il caratteristico pane ragusano.

Chiudi

Dolci tipici

Dolci tipici

Il dolce tipico di Scicli è la cosiddetta testa di turco , una pasta alla crema ed il macallè, dolce morbido la cui forma ricorda i cannoli siciliani. Ovviamente non mancano i cannoli siciliani, i torroni, i nocatoli, la mostarda, la frutta martorana ed il cioccolato di modica.

Infine da provare  i cosiddetti iadduzzi, biscotti la cui forma richiama quella dei galletti, un tempo preparati solo in occasione delle feste natalizie, mentre oggi e’ possibile trovarli tutto l’anno. Si tratta di un biscotto secco che viene venduto in due varianti, con o senza la glassa detta marmara. Il ripieno del biscotto è preparato con miele e cannella.

 

Chiudi

Dove Mangiare

Per la rubrica Dove mangiare abbiamo indicato alcuni ristoranti che hanno ricevuto ottime recensioni su Trip Advisor:
Baqqala - Piazzetta Ficili |Scicli - Tel.0932931028

Al Galu' - Via Pluchinotta 2  | Scicli - Tel. 3291835639 - Sito Web http://www.ristorantealgalu.it/

Busacca - Piazza Busacca| Scicli - Tel. 0932932150

La Grotta - Via Dolomiti 62 | Scicli - Tel.0932 931363 - Sito web http://www.lagrottascicli.it

Spiagge

Spiagge

Scicli si trova a pochi km dalle località balneari più rinomate della Sicilia. Lungo il litorale della costa iblea infatti si susseguono borghi marinari e piccoli villaggi che fanno da sfondo a splendide spiagge ampie e sabbiose ideali per trascorrere delle splendide vacanze con tutta la famiglia.

Piantina spiagge

Donnalucata
Donnalucata è un borgo di pescatori di 3300 abitanti con un bel lungomare ed un piccolo porticciolo, situato immediatamente dopo Marina di Ragusa. La spiaggia di Donnalucata ha una sabbia fine e dorata caratteristica che possiamo trovare in tutte le spiagge del litorale ragusano. Per chi ama le spiagge poco affollate consigliamo di visitare quella di Palo Bianco, Palo Rosso e Spinasanta nelle immediate vicinanze.

Playa Grande
Plaja grande è una piccola località situata sulla costa iblea non molto distante da Donnalucata. Una parte della spiaggia appartiene all’Oasi della Foce dell’Irminio.  Il fiume Irminio rappresentava nell’antichità il mezzo più rapido per collegare le località interne con la costa. Oggi l’Oasi della Foce dell’Irminio è un’area naturalistica protetta.

Cava d’Aliga
E’  una frazione del comune di Scicli che da il nome anche alla spiaggia caratterizzata dalla presenza della scogliera che offre un suggestivo paesaggio.  Da segnalare la Grotta dei Contrabbandieri denominata cosi’ perchè era una grotta ben nascosta ed era utilizzata come luogo di contrabbando  di merci. Grotta che nelle prime ore del pomeriggio viene illuminata dai raggi del sole creando dei giochi di luce che vale la pena di vedere.

Grotta dei Contrabbandieri

Grotta dei Contrabbandieri

 

Nella zona vale la pena di visitare l’area di Punta Corvo dove si trova un suggestivo faro abbandonato.

Sampieri
Piccola frazione di Scicli che si affaccia sul mare con una splendida spiaggia dorata. Nel periodo estivo il lungomare diventa un punto di ritrovo per i tanti villeggianti della zona e per i turisti che affollano le case vacanze ed i villaggi turistici della zona. Legambiente e Touring Club la hanno incoronata fra le spiagge piu’ belle d’Italia.

Spiaggia Sampieri

Spiaggia di Sampieri

Costa di Carro
Spiaggia incontaminata, ideale per chi ama la tranquillità, situata a pochi chilometri da Sampieri. E’ inserita all’interno del Parco Costa di Carro e si estende per circa 4 chilometri. La spiaggia e’ consigliata per i turisti appassionati di snorkeling.

 

Chiudi

Montalbano tour

Negli episodi della fiction di Montalbano si fa riferimento alla città di Vigata, una città immaginaria i cui luoghi fanno riferimento a città reali, come Scicli, Modica, Ispica e tante altre cittadine siciliane.

In particolare l’ingresso del Commissariato di Polizia e’ situato nella via Francesco Mormina Penna di Scicli. L’ufficio del questore si trova nel Palazzo Iacono nei pressi della Cava San Bartolomeo.

Nell’episodio L’odore della notte si può notare la chiesa di San Michele e l’antica farmacia Cartia.

L’ufficio del sindaco di Vigata è situato all’interno di Palazzo Spadaro, mentre gli uffici del Commissario sono situati nell’Ex Camera del Lavoro nel Palazzo Comunale.

Nella puntata Il campo del vasaio si puo’ notare il  quartiere di Chiafura.

La cava di Santa Maria La Nova ed il centro storico di Scicli puo’ essere osservata nell’episodio Le Ali della Sfinge quando il Commissario parla con Padre Pinna nella piazza antistante il convento del Rosario.

Chiudi