‹ Itinerari turistici

Guida di Ispica

Posizione

Ispica è un comune in provincia di Ragusa che si affaccia sul Mar Mediterraneo e confina direttamente con Modica, Noto (SR), Pachino (SR), Pozzallo e Rosolini (SR).Dista dall’aeroporto di Catania 106 km (1h e 17 minuti) e dall’aeroporto di Comiso 61 km (53 minuti).

 Ad est, lungo la Cava Ispica, è attraversato dal fiume Busaitone,  le cui acque alimentavano, con il nome di Rio della Favara, i Pantani.

Distanze dai principali centri di interesse turistico entro 30 km:

  • Case Vacanza Resort – 8 km (10 minuti)
  • Malta – 9 km (11 minuti di auto + 1hr e 45 minuti di aliscafo)
  • Pozzallo – 9 km (11 minuti)
  • Modica – 22 km (23 minuti)
  • Marzamemi 25 km (25 minuti)
  • Scicli – 26 km (29 minuti)
  • Noto – 28 km (32 minuti)

Chiudi

Cenni storici

In epoca romana la città si chiamava Hyspicaefundus, successivamente cambiato in Spaccaforno, mentre nel 1934 prende il nome attuale: Ispica.
I reperti archeologici ritrovati nel territorio testimoniano una ininterrotta presenza abitativa fin dall'età del bronzo. Il territorio subì la dominazione sicula, greca, romana e bizantina.

 

Il terremoto dell’11 gennaio 1963  rase al suolo l’intera cittadina che prima si estendeva per gran parte all’interno della Cava Ispica.

Dopo il terremoto devastante, alcuni quartieri furono ricostruiti intorno alle chiese rimaste in piedi (seppur danneggiate) di S. Antonio, del Carmine, dei Minori Osservanti, mentre altri parti della città furono costruite sul colle Calandra con vie larghe e diritte, secondo la pianificazione urbanistica di due ingegneri di Palermo.

Chiudi

Economia locale

Economia locale

L'economia locale si basa soprattutto sull'agricoltura. Oltre alle colture tradizionali (mandorle, frumento, carrube, olio, vino) si coltivano ortaggi (zucchine,pomodori, melanzane, peperoni). Un rilievo particolare ha assunto la coltivazione della carota.

Da diversi anni a questa parte, grazie alle splendide spiagge che si affacciano sul mar Mediterraneo è diventata una importante meta turistica anche grazie a diversi villaggi che sono nati in prossimità delle spiagge.

Chiudi

Cosa vedere

Cosa vedere

Giunti ad Ispica i principali edifici religiosi da visitare sono: La Basilica di Santa Maria Maggiore, la Basilica della Santissima Annunziata, la Chiesa madre di San Bartolomeo e la Chiesa Madonna del monte Carmelo.

Per quanto riguarda le architetture civili il Palazzo Bruno di Belmonte è il palazzo più importante della città, oggi sede del municipio. Da visitare inoltre il loggiato del Sinatra.

loggiato del sinatra

Loggiato del Sinatra

Infine è da visitare Cava Ispica, la più importante delle “cave” (profonda valle scavata dall’erosione dell’acqua) nella Sicilia orientale. Lunga 13 km, si estende nel territorio dei comuni di Modica, di Ispica stessa e di Rosolini. È attraversata da un torrente che prende diversi nomi: Busaitone all’uscita e Pernamazzoni all’ingresso.

Cava di Ispica

Merita una visita il Parco Archeologico della Forza, situato nella parte bassa di Cava Ispica. Il parco è raggiungibile per mezzo di una discesa scavata nella roccia (“cento scale”) che parte da Cava Ispica, lungo la quale sono visibili tracce di affreschi bizantini e tombe. (Fonte Wikipedia)

Chiudi

Feste religiose

Feste religiose

Sono diverse le feste religiose che vengono festeggiate ad Ispica. La festa di San Giuseppe, il 19 marzo, è molto sentita. I festeggiamenti in città vengono effettuati la domenica successiva con sfilate di majorette, dei cavalli e dei carretti siciliani accompagnati dalla banda musicale della città.

I festeggiamenti si concludono la sera con la processione del simulacro per le vie principali della città e con uno spettacolo di fuochi di artificio.

Festa delle Reliquie della S. Croce 

Il martedì che precede l’inizio della quaresima si svolge nella Basilica di S. Maria Maggiore la festa delle Reliquie della S. Croce. La reliquia della croce in cui venne crocifisso Gesù Cristo si conserva nella Chiesa S. Maria Maggiore da circa tre secoli.
Dopo la celebrazione eucaristica si svolge la processione per le vie della città. La cerimonia si conclude con uno spettacolo pirotecnico diurno.

Santa Lucia
I festeggiamenti si tengono nella chiesa di S. Antonio la domenica successiva al 13 dicembre. Nel primo pomeriggio inizia la processione con il simulacro di Santa Lucia che viene fatto sfilare per le vie cittadine. Lungo il percorso della processione vengono accesi dei falo’. Infine prima di rientrare in Chiesa è possibile assistere ad uno spettacolo di fuochi d’artificio.

 

Presepe Vivente al Parco Forza

Durante il Natale è possibile visitare uno dei Presepi Viventi piu’ belli d’Italia che viene organizzato nel Parco Forza. Durante la visita e’ possibile ammirare i costumi d’epoca e come si svolgevano i vecchi mestieri. Per maggiori informazioni visitare il sito

Presepe Vivente Ispica

E’ possibile visitare il Presepe Vivente al Parco Forza di cava d’Ispica dalla ore 16,30 alle ore 21,30 nei giorni 26 dicembre – 1 gennaio – 6 gennaio. Per maggiori informazioni visitare il sito web.

 

 

Chiudi

Prodotti tipici gastronomici

Prodotti tipici gastronomici

Le specialità gastronomiche ispicesi sono numerose. Molte sono specialità locali, altre provengono dai paesi limitrofi. Piatto tipico è la gelatina, preparata con limone, peperoncino, testa di maiale bollita, il tutto conservato in una zucca lunga svuotata, riempita e chiusa con tappo di sughero.

Purtroppo raro da trovare è il pane di casa preparato seconda antica tradizione.  Ottimo da mangiare appena sfornato e condito con olio di oliva origano e pomodoro secco salato.

Particolarmente buona la pasta fatta in casa come i maccaruneddacavatienni, i gnucchetti, i  ed i miliddi.

Piatto tradizionale ispicese ma che viene preparato in tanti altri comuni limitrofi, sono i ravioli di ricotta un tempo preparato solo in occasione del carnevale.

Per quanto riguarda i secondi piatti, possiamo menzionare la salsiccia arrostita oppure u stufato, preparato con carne di vitello o di agnello. Altro piatto tipico ma difficile da trovare sono le cosiddette ghiotta ri favaluci, ovvero lumache locali preparate con pomodoro, cipolla, menta e peperoni.

Infine, piatto tipico natalizio è l’mpanata preparata con la pasta del pane e farcita con baccalà tagliato a pezzettini, cipolle e patate novelle.

Chiudi

Dolci tipici

Ad Ispica è possibile gustare i dolci tipici della provincia di Ragusa come ad esempio il cioccolato modicano, la testa di turco o il macalle'. Ovviamente non mancano i classici dolci siciliani come il torrone, la cassata siciliana, i cannoli siciliani e la granita con brioche durante l'estate.

Dove Mangiare

Agriturismo la Casa Azzurra - SP 50 Km 8 Contrada
San Basilio (Ispica) - Sito Web http://www.bblacasaazzurra.it/

Al BraciereC. Da Santa Maria Del Focallo, Ispica - Pagina Facebook

Ristorante Pizzeria Ippocampo - Str. Prov. Pozzallo-Marza - Sito Web http://www.ristoranteippocampo.it/

Spiagge

Spiagge

Da visitare la spiaggia di Punta Ciriga, caratteristica per i faraglioni antistanti la spiaggia. Situata a pochi km dalla spiaggia Santa Maria del Focallo è una spiaggia incontaminata dove è possibile ammirare delle grotte e fare il bagno in piscine naturali.

 

 

 

Chiudi